14 gennaio 2014

UNA VISITA ED UN INCONTRO MOLTO GRADEVOLI

Oggi non vi parlo di ricette, ma di una visita presso un'azienda che produce pasta all'uovo ottima come quella fresca. Cerco di spiegarmi meglio. 
La cosa è nata casualmente. Qualcuno di voi forse sa che da un po' di tempo scrivo ricette per la Filotea SRL a titolo gratuito. La loro pasta mi ha soddisfatto molto ed ero curiosa di vedere dove e come venisse prodotta. L'occasione si è presentata per caso tornando da una vacanza in montagna. Viaggiando in autostrada passavo da Ancona e come potevo non fermarmi? Michele, lo store manager, si era gentilmente offerto di farmi fare il tour nell'azienda perfino di domenica, visto che era il giorno in cui ero di passaggio da quelle parti. 
Ed eccomi allora arrivare davanti alla sede operativa di Filotea. L'incontro con Michele è stato davvero carino. Sentendoci da qualche tempo eravamo diventati amici e incontrarci di persona è stato come esserci conosciuti da sempre. Un ragazzo cordiale e molto comunicativo, disponibile e chiarissimo nel descrivere, a me e mio marito che mi accompagnava, le finalità della loro sala espositiva che contiene non solo pasta e sughi Filotea, ma anche prodotti di altre aziende consorziate con la loro. 


Il processo produttivo, i macchinari utilizzati e le materie prime sono stati davvero una sorpresa. Effettivamente è pasta artigianale fatta sì con l'aiuto di macchinari, ma senza l'intervento umano non sarebbe producibile. Il confezionamento, per esempio, viene fatto a mano con cura e maestria dagli addetti. La mia sorpresa più grande è stato constatare che la semola e la farina usate sono le stesse che uso io a casa mia per panificare o fare la pasta fresca in casa. Sono prodotti pugliesi come me, io li uso dopo averne provati tanti e ci tengo a specificare che sono prodotti che compro al supermercato. Questo non ha fatto altro che avvalorare ancor più la mia convinzione di qualità della pasta Filotea. 


Entrando nella sala espositiva il mio sguardo ha spaziato fra tanti prodotti, ben sistemati e ho iniziato a vagare curiosando fra i vari espositori. L'assortimento è praticamente completo di tutta la pasta che uno vorrebbe avere a disposizione, trafilata al bronzo ed essiccata lentamente per non alterare le proprietà organolettiche...che volere di più?


Purtroppo mi sono potuta fermare davvero molto poco e mi è rimasto il rammarico di non aver potuto vedere la produzione in corso di lavorazione, ma spero tanto di poterlo fare non appena se ne presenteà l'occasione. 
Ovvio che non poteva mancare la foto di rito con Michele e ... e guai a voi se lascerete commenti spiritosi sulla differenza di altezza! :)


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!

Condividi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...