14 agosto 2014

FRISA CON STUFATO DI CIPOLLA, TONNO E SPIRALI DI OLIVE

Piano piano sto ricominciando a preparare qualcosa di più e soprattutto mi sta ritornando la voglia di piatti semplici e sfiziosi, perchè qui siamo sempre alla ricerca di nuovi accoppiamenti di sapori e nuove proposte gustative. Ecco allora quello che ho rielaborato da vari spunti presi qua e là e riadattati per condire le frise o friselle, un pane croccante tipico pugliese. Quella utilizzata in questa ricetta è integrale, ma nessuno vi vieta di usarne altri tipi. Io consiglio comunque una frisa sottile, poichè, contrariamente a come si fa di solito, non l'ho bagnata con acqua, ma ho lasciato che si inzuppasse con il sughetto dello stufato di cipolla in modo da rimanere croccante, ma non troppo. Lo stufato di cipolla che ho usato per condire questa frisa è preparato come quello che si usa per farcire il calzone di cipolla alla barese.

FRISA CON STUFATO DI CIPOLLA, TONNO E SPIRALI DI OLIVE

INGREDIENTI:
  • 4 frise integrali
  • 2 scatolette di tonno (Nostromo basso in sale all'extravergine di oliva)
  • 2 cipolle di Tropea grandi
  • qualche oliva 
  • qualche pomodoro datterino
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
FRISA CON STUFATO DI CIPOLLA, TONNO E SPIRALI DI OLIVE 1

PREPARAZIONE:

Sbucciare le cipolle, affettarle molto sottili e tenerle a bagno in acqua per una mezz'oretta.
Scolarle bene e metterle in una padella con un po' di olio evo, regolare di sale e far stufare a fiamma bassissima col coperchio, mescolando ogni tanto, fino a quando la cipolla non risulterà tenera e abbastanza asciutta, ma non troppo. A metà cottura aggiungere qualche pomodoro datterino tagliato a pezzetti. Lasciare raffreddare. Volendo è possibile preparare lo stufato di cipolla in anticipo e conservarlo in frigo.
Su ogni frisa mettere abbondante stufato di cipolla con il suo sughetto, aggiungere dei pezzetti di tonno alternati alle olive snocciolate a coltello in modo da ricavare delle spirali. Decorare il centro della frisa con un pomodoro datterino. 

CONSIGLIO: preparare queste frise almeno un paio d'ore prima di mangiarle per farle insaporire bene.

Consigli:
Coperchio Copè Pavoni

12 commenti:

  1. si presentano benissimo ! Buon ferragosto Ale, un bacione

    RispondiElimina
  2. adoro le friselle, così mi stuzzicano l'appetito! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi in Puglia le frise sono cibo quotidiano in estate...e pure in inverno!

      Elimina
  3. Ho l'acquolina. Da napoletana conosco e adoro le friselle (noi le chiamiamo freselle). Mi piace un sacco come le hai condite. Un bacio e buon Ferragosto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comunque le chiamiamo sono sempre loro e sempre buone!

      Elimina
  4. Risposte
    1. questo stufatino è molto versatile!

      Elimina
  5. Mi piacciono molto le tue freselle, semplici ma con gusto!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. un'idea nuova e tanto stuzzicante per gustare le friselle. Grazie!!!

    RispondiElimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!

Condividi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...