22 ottobre 2014

GRAPE PIE- TORTA DI UVA FRAGOLA

L'altro giorno, come faccio tante volte, vagavo tra i vari blog che leggo sempre e che apprezzo. Appena l'ho vista è stato amore a prima vista. Quella grape pie di Morena era una goduria solo a guardarla. I colori ammalianti e il sapore già me lo sentivo in bocca. Prima di leggere il titolo, guardando solo le foto, avevo pensato ad una torta di prugne o ciliegie, poi invece ho letto che era una torta di uva fragola e ho deciso subito di mettermi alla ricerca di questo tipo di uva che non è facile da reperire da queste parti. 
La fortuna mi ha assistita e dopo un paio di giorni l'ho vista in un angolino su un banco al mercato. Ovvio che l'ho presa subito! E fortuna era pure senza nocciolini!
Bando alle ciance e vi spiego subito cosa ho combinato. 
Morena mi perdonerà, ma io ho cambiato qualcosa nella sua ricetta, ho aumentato e aggiunto un po' lo zucchero qua e là e non sono stata precisa nel fare i fori della copertura perchè non mi piacciono troppo le cose precise!
Per la storia di questa ricetta vi rimando al post di Morena.

GRAPE PIE- TORTA DI UVA FRAGOLA

INGREDIENTI:
(per la pasta brisée dolce)

  • 300 g di farina 0
  • 150 g di burro freddo
  • 100 g di zucchero semolato
  • 80 g circa di acqua fredda
  • un pizzico di sale
(per la farcia)
  • 700 g di uva fragola
  • 200 g di zucchero semolato
  • 20 g di fecola di patate
  • un po' di latte per spennellare
  • un po' di zucchero semolato per la superficie
GRAPE PIE- TORTA DI UVA FRAGOLA1

PREPARAZIONE:

Preparare come prima cosa la sfoglia. Mettere in un mixer la farina, lo zucchero, il sale e il burro freddo a pezzetti e far girare le lame a piccoli intervalli e alta velocità fino ad avere un composto tipo sabbia bagnata. Ora aggiungere l'acqua fredda e lavorare solo il tempo necessario per avere un impasto omogeneo. Non bisogna impastare per troppo tempo altrimenti il burro si scioglie e l'impasto viene troppo morbido. Avvolgere nella pellicola e far riposare in frigo fino al momento di utilizzarla e almeno per mezz'ora.
Lavare bene l'uva fragola, ricavare tutti gli acini scartando quelli non integri. Tagliarli a metà, eliminando i noccioli interni e metterli tutti in una casseruola insieme allo zucchero. Far cuocere a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto fino a quando l'uva non sarà completamente ammorbidita. Sciogliere la fecola in pochissima acqua, aggiungerla all'uva a fiamma ormai spenta, mescolare bene e lasciare raffreddare prima di iniziare ad assemblare la torta.
Dalla pasta brisée ricavare due dischi della stessa grandezza. Con un disco rivestire uno stampo da torta rivestito di carta forno. Versare sulla sfoglia la composta di uva fragola e distribuirla uniformemente. Con un piccolo coppa pasta praticare dei fori sull'altro disco di sfoglia e usarlo per chiudere la torta. Tagliare la pasta in eccesso  e chiudere sigillando bene i bordi della torta.
Spennellare con il latte la superficie della sfoglia e cospargerla con lo zucchero semolato.
Cuocere in forno a 200° per circa 50 - 60 minuti, La superficie deve risultare ben dorata. Far raffreddare completamente prima di sformare. 

20 commenti:

  1. oltre ad essere molto bella è anche molto golosa! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. Cooome senza semini!??! Che fortuna! :D Qui è un tipo di uva che si trova tranquillamente invece ed ho molti ricordi dell'infanzia quando andavo nei campi del nonno e la mangiavo direttamente dalle viti.. Per questo quando l'ho scoperta mi è piaciuta subito. Tu in pratica hai usato una pasta frolla invece che la classica brisèe,noi Italiani siamo piuttosto golosi e mettiamo lo zucchero ovunque eheh!! Sicuramente sarà stata ottima anche in questa versione! Grazie per averla provata!
    Morena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, senza semini! Comunque io non ho fatto la frolla, non ho messo uova, ma solo dello zucchero!

      Elimina
    2. Mannaggia a me ed alla mia fretta di leggere.. Hai ragione non ci sono le uova... Mi sa che la provo anch'io!!
      Scusa per la svista! :)

      Elimina
  3. deve essere buona, non l'ho mai mangiata fatta con l'uva !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stata la prima volta pure per me e mi è piaciuta tanto!

      Elimina
  4. E' veramente bellissimo. Ed è anche molto molto invitante. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esteticamente sarebbe potuta venire meglio!

      Elimina
  5. Amo molto il sapore dell'uva fragola, ma quello che mi trattiene sempre dall'usarla nei dolci è la quantità spropositata di semi. Hai avuto una bella fortuna a trovarla senza, e la torta è venuta una meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda che non ne ho trovato neppure uno, ma dico uno!

      Elimina
  6. Adoro l'uva fragola. Deve essere una bontà questa crostata.

    RispondiElimina
  7. Un dolce favoloso, complimenti Alessandra . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  8. buonissima a cominciare dalla sfoglia, complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una prova riuscita bene, credo!

      Elimina
  9. Ma quanto è accattivante questa torta! Mi segno la ricetta :)

    RispondiElimina
  10. Evelina22:12

    Bella l'idea dei fori ,la farò senz'altro ,io metterò la confettura d'uva fragola che ho fatto avendo un pergolato generoso !

    RispondiElimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!

Condividi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...