9 marzo 2015

CORNETTI SFOGLIATI ALL'OLIO EVO CON CREMA DI NOCCIOLE

I cornetti sfogliati all'olio evo sono stati il mio pallino da sempre. Quando posso evito sempre l'uso del burro nei dolci. Per la verità lo evito sempre. Purtroppo ci sono delle ricette in cui non è sostituibile, ma per i cornetti volevo riuscirci. I tentativi sono stati molteplici e tutti fallimentari fino a quest'ultimo. Il risultato è stato di gran lunga superiore alle aspettative. Certo non è paragonabile al croissant sfogliato, burroso e buonissimo. Io ho cercato di trovare la ricetta per avere dei cornetti più leggeri che potessi mangiare con meno sensi di colpa. Credo di esserci riuscita. Vi dico solo che quando mio figlio li ha visti e gli ho proposto di assaggiarne uno, mi ha detto di tagliarne uno a metà. Aveva una faccia molto scettica e non posso dargli torto visti i risultati dei precedenti esperimenti. Chissà perchè quando ha finito la sua metà, l'altra l'ho mangiata io, mi ha chiesto di dargliene un altro. Non ha commentato, ma sorridendo e addentando un altro cornetto, mi ha fatto cenno di sì con la testa. 
Quale commento migliore? Ce l'avevo fatta! ^_^

CORNETTI SFOGLIATI ALL'OLIO EVO CON CREMA DI NOCCIOLE

INGREDIENTI :
(x 8 cornetti)
  • 250 g di farina W350 (oppure 50% farina 0 e 50% manitoba)
  • 80 g di lievito madre rinfrescato da un'ora (oppure 10 g di lievito di birra)
  • 170 g circa di acqua tiepida
  • 15 g di burro morbido
  • 30 g di zucchero semolato + quello da usare nella sfogliatura
  • 1 pizzico di sale fino
  • olio evo q.b. per sfogliare
  • crema alle nocciole q.b. (io Nocciolata di Rigoni di Asiago)
CORNETTI SFOGLIATI ALL'OLIO EVO CON CREMA DI NOCCIOLE1

PREPARAZIONE:

Nella ciotola della planetaria mettere la farina, il lievito madre, lo zucchero, il sale e parte dell'acqua. Iniziare ad impastare con il gancio a foglia a bassa velocità, aggiungere il burro e continuare ad aggiungere piano la restante acqua. Potrebbe esserne necessaria di più o di meno. L'impasto deve essere morbido. Sostituire la foglia della planetaria con il gancio e continuare ad impastare fino all'incordatura, ci vorranno circa 15 minuti.
Far lievitare in una ciotola coperta da pellicola fino al raddoppio. a me sono servite circa 5 ore, ma molto dipende dalla temperatura dell'ambiente. 
Rivoltare l'impasto delicatamente sulla spianatoia infarinata. Ricavare dall'impasto lievitato 6 palline di pasta senza far perdere troppo la lievitazione. 

CORNETTI SFOGLIATI ALL'OLIO EVO CON CREMA DI NOCCIOLE2

Ora bisogna fare la sfogliatura col metodo delle sfoglie sovrapposte.
Stendere ogni pallina in un cerchio sottile. Spennellare un disco con l'olio e poi cospargerlo di zucchero semolato. Sovrapporre un altro disco e spennellare pure questo e cospargerlo di zucchero. Continuare così fino ad esaurimento dei dischi. L'ultimo disco non dovrà essere nè spennellato con l'olio nè cosparso di zucchero.
Tagliare il disco in 8 spicchi e a metà della base dei triangoli che si sono formati, fare un taglio da circa 1,5 cm. Mettere alla base di ogni spicchio un cucchiaino di crema di nocciole e arrotolare su se stesso dando la caratteristica forma di cornetto. Sistemare su un foglio di carta forno lasciando i cornetti larghi fra loro perchè dovranno lievitare per la seconda volta nel forno spento. Far lievitare fino al raddoppio, a me sono servite circa 3 ore e mezza. Io ho poi, con una paletta, spostato i cornetti su un tappetino in silicone adatto alla cottura in forno (OP - OP Pavoni). Non ci sono problemi a spostarli perchè l'olio della sfogliatura non li fa attaccare alla carta. In alternativa al tappetino di silicone si può usare una teglia antiaderente. Portare il forno a 200° statico e cuocere i cornetti per 5 minuti. Abbassare il forno a 180° e cuocere per altri 13 minuti. A cottura ultimata i cornetti devono risultare appena dorati. Cospargere di zucchero a velo poco prima di mangiarli. L'ideale è mangiarli tiepidi. Se non vogliamo mangiarli tutti, li possiamo congelare appena formati prima della seconda lievitazione. Quando poi si vogliono cuocere, basta uscirli dal congelatore e metterli in una teglia a lievitare x 8 - 10 ore e poi cuocerli come quelli appena fatti.

11 commenti:

  1. Che bella ide aper la colazione

    RispondiElimina
  2. mamma spettacolo!!!

    RispondiElimina
  3. Sono favolosi, davvero!

    RispondiElimina
  4. è stata premiata la tua tenacia, che belli che sono !

    RispondiElimina
  5. Questi cornetti mi sembrano geniali! Hai fatto bene a non darti per vinta. Non vedo l'ora di provarli!

    RispondiElimina
  6. Wow Che meraviglia , bravissima Alessandra. Un abbraccio, buona giornata, Daniela.

    RispondiElimina
  7. Molto interessante questa ricettina...la salvo!!

    RispondiElimina
  8. io ti dirò quelli con il burro non li amo particolarmente e per questo preferisco quelli tipo brioche. I tuoi hanno un aspetto meraviglioso e tuo figlio è stata chiarissimo, per cui non mi resta che provarli, con la pasta madre naturalmente!!! un bacione, complimenti.

    RispondiElimina
  9. Sono meravigliosi! Dalla foto viene voglia di appoggiatrgi il dito sopra per sentirne la morbidezza, oltre che addentarli per arrivare alla crema ovvio ;)

    RispondiElimina
  10. Anonimo10:20

    Scusa la domanda lievito di birra intendi il panetto da 25 gr? Perché io uso quello disidratato e volevo regolari sulla quantità da utilizzare. Grazie. Ps. Fanno venire l'acquolina in bocca veramente golosi e belli da vedere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, intendo il panetto da 25 g...per quello disidratato ne devi usare circa 3 g.

      Elimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!

Condividi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...