22 giugno 2016

TARALLI SCALDATI

Con i taralli scaldati inizia una nuova avventura per me.
Non so se avete notato che ora sul blog ho il banner Kenwood. Sapete perchè? 
E' iniziata una bella collaborazione. 
Ho da poco iniziato ad usare i loro prodotti, per ora ho provato solo la loro planetaria Kenwood Chef Sense XL e devo dire che la cosa promette bene. 
Continuate a seguirmi qui sul mio blog e sul Kenwood Club per vedere come evolve l'avventura!
Io avevo già una planetaria e chi mi segue sempre lo sa, ma devo riconoscere che per quanto ho potuto provare quella Kenwood impasta molto meglio e più velocemente.
Magari più in là vi farò sapere come mi trovo con gli altri prodotti che potrò provare.
Ora torniamo ai taralli scaldati
Nella mia zona si usano molto questi taralli scaldati. Premetto, è una ricetta tipica, ma ogni paese o città e ogni famiglia ha la sua ricetta. 
Come tutte le cose della tradizione c'è un miscuglio di ricette verbali e scritte, le varianti sono praticamente infinite per quanto riguarda soprattutto gli aromi da aggiungere.
Quelli che vi propongo io oggi sono quelli più semplici, solo farina, olio evo e vino bianco con un po' di sale.

taralli_puglia_bari

INGREDIENTI:
  • 500 g di farina 00
  • 125 g di olio evo
  • 175 di vino bianco
  • 15 g di sale
taralli_kenwood_chef_planetaria

PREPARAZIONE:

Mettiamo nella ciotola della planetaria con la frusta K la farina il sale e l'olio evo. Aggiungiamo un po' alla volta il vino bianco tiepido e impastiamo a velocità 4 per circa 3 minuti.
Togliamo la frusta K e mettiamo il gancio e lavoriamo a velocità massima per circa 3 minuti.
Alla fine l'impasto deve risultare liscio e omogeneo.

planetaria_impastatrice_kenwood_chef

Togliamo l'impasto dalla planetaria, formiamo una palla con le mani, lo avvolgiamo nella pellicola e lo facciamo riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.
Passato il tempo del riposo, riprendiamo l'impasto e ne preleviamo un pezzetto con cui formeremo un vermicello lungo e dello spessore di circa mezzo centimetro.
Tagliamo dei pezzetti lunghi 10 cm e chiudiamoli ad anello, schiacciando bene tra loro le due estremità. Continuiamo così fino a quando finiamo tutto l'impasto.
Intanto portiamo a bollore una pentola di acqua. Appena bolle mettiamo pochi taralli alla volta con delicatezza nell'acqua e appena tornano a galla, li scoliamo con l'aiuto di una schiumarola e li mettiamo ad asciugare su un canovaccio pulito e lavato senza ammorbidente.
Farli asciugare molto bene, ci vorranno circa 4 ore.

taralli_bolliti

Appoggiamoli ora su una teglia antiaderente anche vicini tra loro, perchè in cottura non crescono e non si attaccano gli uni agli altri.
Cuociamoli in forno a 220° per circa 45 minuti scuotendo la teglia di tanto in tanto. Sono cotti quando sono dorati.
Una volta raffreddati molto bene li possiamo conservare in un sacchetto di plastica o in un contenitore con il coperchio.

olio_oliva_finger_food_sfizio

20 commenti:

  1. Bellissimi i tuoi tarallini, complimenti

    RispondiElimina
  2. Conosco la qualità Kenwood e mi complimento con te per la bellissima collaborazione.
    Ottimi i tuoi taralli, assolutamente da provare. Un bacio.

    RispondiElimina
  3. i taralli sono la passione di Marco, gli mostrerò la ricetta ! complimenti per la collaborazione

    RispondiElimina
  4. bella collaborazione e belli i taralli!!!!

    RispondiElimina
  5. Ne vado matta, una tira l'altro. Complimenti per la collaborazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione io li mangerei tutti quando inizio!

      Elimina
  6. adoro i taralli!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finora non ho trovato nessuno a cui siano sgraditi!

      Elimina
  7. Bell,Ale, i taralli ma soprattutto bellissima il Ken!!!!

    RispondiElimina
  8. Meravigliosi i taralli! Sempre e solo mangiati!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  9. In bocca al lupo per questa importante collaborazione e deliziosi questi taralli!

    RispondiElimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!

Condividi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...