22 aprile 2021

RISOTTO CON FUNGHI CARDONCELLI E PANCETTA PIACENTINA DOP

Risotto con funghi cardoncelli e pancetta piacentina DOP
Il risotto a casa mia si fa almeno una volta alla settimana e spesso cerco di fare risotti diversi. Il vero problema è che siamo diventati un po' esigenti e vogliamo dei gusti puliti, ma che soddisfino il palato. Di certo le accozzaglie di sapori non fanno per me.
La soluzione di solito sta nell'usare un ingrediente noto e gradito abbinandolo ad uno nuovo in quello stesso piatto.
I funghi cardoncelli sono tipici delle Murge e non so se si possano trovare nel resto dell'Italia. In alternativa basta usare dei funghi dalla consistenza corposa e non troppo molli.
Il mio scopo era di non avere il solito risotto ai funghi, banale e sempre uguale.
Scegliere un ottimo prodotto da abbinare era d'obbligo. La pancetta piacentina DOP ha una delicatezza unica e la sua scioglievolezza col calore del risotto dona un gusto morbido e avvolgente.
Beh, provatelo e fatemi sapere il vostro giudizio.
Io per il risotto uso senza distinzioni il riso carnaroli o arborio.

risotto_con_funghi_cardoncelli_e_pancetta_piacentina_dop

INGREDIENTI:
  • 320 g di riso arborio
  • 300 g di funghi cardoncelli
  • 200 g di pancetta piancetina DOP Salumificio La Rocca tagliata a fettine non troppo sottili
  • 1 scalogno
  • olio evo q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • qualche filo di erba cipollina fresca
  • brodo vegetale q.b.
PREPARAZIONE:
Ho pulito  e spuntato i funghi, li ho tagliati a pezzi non troppo piccoli e li ho tenuti da parte.
Ho tagliato a striscioline sottili la pancetta piacentina tenedone da parte 4 fettine per la decorazione.
In una casseruola ho messo lo scalogno sbucciato e tritato con abbondante olio evo. Ho fatto scaldare finchè lo scalogno non è diventato trasparente, ho aggiunto il riso che ho fatto tostare molto bene. Ho quindi unito i funghi e ho iniziato ad aggiungere un mestolo di brodo caldo alla volta mescolando di tanto in tanto. Circa a metà cottura del riso ho unito pure la pancetta piacentina tagliata a striscioline. Ho portato a cottura aggiungendo sempre un mestolo di brodo appena il riso tendeva ad asciugare troppo. Io non ho aggiunto il sale perchè il brodo era già salat.o e inoltre la pancetta piacentina è sapida, quindi non volevo che il risotto alla fine risultasse salato. Voi regolatevi e aggiungetene un po' se necessario. 
Una volta cotto il riso ho spento la fiamma e ho aggiunto 3 cucchiai di parmigiano grattugiato per mantecare il risotto. Non fate asciugare troppo il risotto, deve rimanere morbido altrimenti risulterà asciutto e poco gradevole.
Nel frattempo avevo preparato 4 roselline ripiegando la fette di pancetta a metà e poi arrotolandole su se stesse fatte diventare croccanti nel microonde a potenza massima per 3 o 4 minuti.In alternativa si possono tostare in forno ventilato a 180° per circa 15 minuti.
Ho servito il risotto subito decorando ogni piatto con una rosellina di pancetta e cospargendo anellini di erba cipollina sulla superficie.
pancetta piacentina DOP fornita a titolo gratuito da Salumificio La Rocca

2 commenti:

  1. Che bella idea! Si trovano anche a Milano i funghi Cardoncelli e proverò sicuramente questa tua ricetta che mi fa venire l'acquolina in bocca!

    RispondiElimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!