2 aprile 2019

FILONCINO DI SEMOLA

Filoncino di semola
Ormai è tanto tempo che preparo il pane in casa e di solito uso il lievito madre che mi curo io con tanto amore, perchè con il lievito madre ci vuole amore esattamente come con un figlio.
Ci sono delle volte però che non ho il tempo di rinfrescarlo e metterlo nelle condizioni di lavorare bene e quindi devo fare qualcosa di diverso.
Ovvio che c'è sempre il lievito di birra, fresco o secco che sia, ma ho scoperto con piacere dei preparati per l'arte bianca già pronti con lievito naturale secco con cui panificare è davvero semplicissimo. 
Sulle confezioni ci sono tutte le indicazioni, basta solo aggiungere l'acqua tiepida indicata per ottenere un pane ottimo di sapore e di aspetto. Unica cosa che io ho variato è appunto la quantità di acqua, io sono arrivata ad un'idratazione molto alta, perchè a me piace il pane molto idratato e usando la planetaria per impastare non mi è costato fatica arrivare ad un'incordatura dell'impasto ben stretta e pure in pochissimo tempo.
Il risultato sono stati dei filoni, uno lo vedete in foto, morbidissimi e saporiti.
Stranamente è rimasto un pezzetto di filoncino che ho conservato in una busta di plastica e il giorno dopo era ancora buonissimo.
Vi spiego come ho fatto.

pane_profumato_morbido_interno

INGREDIENTI:
  • 500 g di semola rimacinata Senatore Cappelli (Mio forno Alpi)
  • 450 g di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
  • 2 cucchiaini di sale fino
pane_home_made_lievito_naturale

PREPARAZIONE:
Ho messo in planetaria tutti gli ingredienti tranne metà dell'acqua e ho iniziato ad impastare a velocità medio bassa con la foglia.
Piano piano ho aggiunto la restante acqua facendo assorbire quella messa prima di aggiungerne altra. Quando l'impasto ha iniziato ad incordare ho alzato la velocità al massimo e ho serrato l'incordatura.
Ho messo in una ciotola unta di olio e ho fatto lievitare fino al raddoppio.
A questo punto ho rivoltato l'impasto sulla spianatoia infarinata e l'ho diviso in 3 parti all'incirca dello stesso peso.
Ho poi formato ogni pezzo per creare i filoncini.
Ho fatto due giri di pieghe a 3 per dare un po' di forza all'impasto e poi ho formato i filoncini arrotolando su se stesso l'impasto e tirandolo per allungarlo.
Per la formatura potete guardare anche la mia ricetta delle baguette.
Ho messo ogni filone sulla teglia da baguette ben infarinata, ho coperto con un canovaccio e ho fatto lievitare un'altra oretta abbondante.
Con una lametta ho fatto dei tagli obliqui abbastanza profondi e ho infornato con un tegamino pieno d'acqua sul fondo a 250° per 15 minuti, poi ho abbassato la temperatura a 200° e ho cotto ancora per altri 25 minuti.
semola rimacinata Senatore Cappelli fornita a titolo gratuito da Alpi

1 commento:

  1. Anonimo08:47

    Good day! This is my first visit to your blog! We are a group of volunteers and starting a new initiative
    in a community in the same niche. Your blog provided us beneficial information to work on. You have done a outstanding job!

    RispondiElimina

Lasciami il tuo parere, mi farà piacere sapere cosa pensi ...
Chiedi pure quello che vuoi e sarò felicissima di risponderti!